Anselmo Luisi – Sbadabeng

Identikit
Forse converrebbe partire dai suoni, calibrati e ritmati, per conoscere il percorso artistico di Anselmo Luisi. Batterista e percussionista, si diploma al Conservatorio di Trieste e alle Scuole civiche di Milano, affinando parallelamente l’interesse per un’arte del tutto insolita come quella della body percussion. Battiti delle mani, battiti dei piedi, battiti sul petto, schiocchi delle dita sono le sillabe dell’articolato vocabolario della body percussion che converte il corpo in uno strumento a percussione. Anselmo Luisi si improvvisa così mimo, musicista e insegnante, conducendo seminari di body percussion in tutta Italia. Un artista che concilia musica, teatro, arte e insegnamento. Commistione? Ibridazione? Teatro nella musica o musica nel teatro? L’unica carta da giocare qui è la scoperta.

Perché vederlo?
Sbadabeng. Tutto inizia con un’onomatopea che potrebbe evocare una porta che sbatte, un autoscontro o l’imprimersi sulla faccia di uno schiaffo sonoro. E la catena di immagini ispirate sin qui potrebbe continuare all’infinito, per una parola che di fatto è la creazione di un nome che intriga, proiettandoci in un altro spazio. Quale sarà il percorso tracciato da Anselmo Luisi per questo viaggio tra teatro, mimo e percussioni corporee? E ancora, come risuona un corpo? Curiosi? Sbadabang!

Carmen Pedullà

STAY TUNED: IT NEVER SLEEPS!