Covello Bérnabeu – Un po’ di più

Identikit
Milanese Lorenzo Covello, francese Zoé Bérnabeu, si conoscono nel 2015 al festival catalano “El Danseu” come allievi dei seminari di danza. Scatta l’intesa, una segreta corrispondenza che lega i percorsi artistici di questi giovani e poliedrici danzatori. Covello Bérnabeu è il nome della compagnia che sancisce l’inizio di un nuovo percorso di ricerca comune, un laboratorio permanente di costruzione artistica che mira a unire le differenti formazioni. Pare che il connubio sia felice, almeno a guardare i risultati raggiunti: la loro prima – e per ora unica – produzione ha vinto la settima edizione del Minino Teatro Festival di Palermo e ricevuto la menzione speciale del Festival Presente Futuro 2017.

Perché vederlo?
Mi ami? E quanto mi ami? Che domande sciocche, e pericolose! Il rito del corteggiamento e dell’amore che passa attraverso la passione per poi spegnersi si gioca sempre su un filo sottile fatto di parole e gesti minimi. “Un po’ di più” può accendere il desiderio o indicare il lento scivolare nell’inerzia. Scopriamoci di nuovo romantici (in senso etimologico) e lasciamoci raccontare la storia di un ragazzo e di una ragazza. Magari è una storia già sentita, ma fa sempre bene al cuore ascoltarla ancora.

Chiara Marsili

STAY TUNED: IT NEVER SLEEPS!