Davide Verrazzani – Il 56

Identikit
Davide Verazzani è scrittore e drammaturgo milanese. Dopo aver sceneggiato la web-serie La linea dei topi, che nel 2015 vince diversi premi ai Rome Web Awards ed entra in nomination al Los Angeles Web Fest, Verrazzani si specializza nella produzione di monologhi teatrali: tra questi, A Life With the Beatles, presentato nel 2015 al Fringe Festival di Edimburgo, e Game of Sforza, rappresentato nel corso dell’Estate Sforzesca 2016. Nell’aprile 2017 pubblica per Edizioni Bietti la biografia di Neil Aspinall, dal titolo L’ultimo Beatle. A dar voce al suo ultimo monologo per IT Festival è Dario Sansalone, attore siracusano, già precedentemente interprete di alcuni testi del drammaturgo. Completa lo spettacolo una selezione di musica e immagini, operata da Sara Sgrati.

Perché vederlo?
Aranycsapat: la “Squadra d’Oro”! Con Il 56, Davide Verrazzani si propone di raccontare un mito dimenticato, custodito da una vecchia figurina dei calciatori Panini: è la storia della Nazionale di calcio ungherese, orgoglio di un popolo che negli anni ’50 per la prima volta si scopre protagonista sui campi di tutta Europa. Ma l’età d’oro dell’Aranycsapat ha durata breve e il mito volge presto in tragedia: il 4 novembre 1956 i carri armati sovietici reprimono la rivolta ungherese devastando Budapest. Molti giocatori decidono di non fare ritorno, sommandosi ai 250.000 magiari che si danno all’esilio. Il 56 è un racconto di orgoglio e nostalgia, di vittorie e ferite. Ma, soprattutto, è la storia di un popolo in fuga: e forse, voltando il cannocchiale, può rivelarsi più attuale di quanto non si vorrebbe immaginare.

Gianmarco Bizzarri

STAY TUNED: IT NEVER SLEEPS!