DVP Teatro Espresso – Una Voce di Donna-Blood and Secrets

Identikit
L’avevamo vista un anno fa proprio a IT Festival: insieme a TA DA’ Compagnia Teatrale, Chiara Passaniti era autrice e interprete di STUDIO/DELIRIO/SOGNO SU LENA. Oggi si presenta invece con la compagnia DVP Teatro Espresso in veste di drammaturga e regista. Ad accompagnarla in questa nuova avventura Giulia Ines, cantante e attrice formatasi presso l’Accademia professionale del musical “SDM” di Milano, e Marco Signorile, la cui lunga carriera teatrale conta numerose esperienze e collaborazioni in diversi teatri della città (CRT, Teatro OutOff e Filodrammatici). Altro elemento fondamentale del gruppo è la video art, curata da Matteo Balsamo. Artisti e percorsi professionali differenti, uniti dal comune e nobile intento di declinare il teatro classico nel contesto contemporaneo attraverso gli strumenti di Drammaturgia, Voce e Parola. DVP appunto.

Perché vederlo?
Una Voce di donna è il secondo capitolo di Blood and Secrets, trilogia che con Clitemnestra e Lena narra l’amore totale di donne che, abbandonate alla propria solitudine, precipitano nella disperazione. Un identico modulo tematico capace di adattarsi a epoche, personaggi e autori diversi: in questo caso a La voce umana, opera teatrale primonovecentesca di Jean Cocteau. Le disperate vicende umane sono al centro di una riflessione composita, fatta di filosofia, dramma e ironia: riuscirà la video art a fare da ponte tra testo e parola? Riuscirà la drammaturgia della Passaniti a coniugare classico e contemporaneo?

Veronica Polverelli

STAY TUNED: IT NEVER SLEEPS!