TeatroeDintorni – Donne in ostaggio

Identikit
Quella di TeatroeDintorni, realtà in essere dal 2005, è una doppia identità: oltre ad essere una compagnia teatrale, l’associazione organizza laboratori di teatro e musica per tutte le età, professionisti e non, in luoghi non sempre convenzionali – dalle scuole alle carceri, passando per le biblioteche. Marzia Manoni, che ne è la direttrice artistica, è attrice/vocalist, studiosa di canto popolare, drammaturga e regista: la linea guida del progetto è quella di un’impostazione teatrale e musicale che affondi le radici nella cultura popolare e dialettale, con lo scopo finale di farsi espressione nuova del teatro contemporaneo. Insieme alla Manoni sul palco di IT Festival troveremo la giovane Valentina Patruno, attrice diplomatasi nel 2014 presso l’accademia “Eutheca” (European Union Academy of Theatre and Cinema).

Perché vederlo?
Dialoghi, narrazioni e canzoni si fondono per dare vita alle storie di queste donne: sono storie di violenze subite, fisiche e psicologiche. Storie che realmente, ahinoi, sovrappopolano il nostro tempo. Eppure, dentro a questo mare di violenza, proprio le vittime di questi soprusi riescono a far emergere un grande paradossale amore, che insegneranno al pubblico. Sul palco nient’altro che una corda, simbolo del dolore che connette le storie diversissime delle sette figure femminili chiamate in causa. Una riflessione sulla violenza al genere femminile attraverso un caleidoscopio cangiante di linguaggi scenici.

Veronica Polverelli

STAY TUNED: IT NEVER SLEEPS!